E sono ancora qui che aspetto,da cosi’ tanto tempo, che a momenti quasi non rammento piu’ la motivazione di tanta spasmodica attesa, eppure avevo focalizzato in quelle interminabili giornate grigie, mille progetti,una miriade di propositi che non avevano altro scopo se non quello di dare un senso a questa maledetta attesa che avrebbe dovuto dare una svolta a questo stato di cose, ma tutto e’ immobile, nessuna variazione se non lo scorrere inflessibile dei miei anni. Ma cosa mi sta succedendo? Qualche volta mi chiedo se sia sufficiente persino un qualche straccio di novita’ per farmi sentire piu’ vitale, in grado di scaricarmi un po’ di energia capace di rinnovare la mia voglia di vivere…non e’ semplice in questi casi continuare a credere che qualcosa debba capitare..ma ci son giorni, e questo e’ uno di quelli, in cui in cuor tuo ti chiedi se sei ancora capace di sperare in quella vita che in un certo qual senso non senti piu’ tua, un po’ come se qualcuno ti avesse scippato la tua gioia di vivere, ma passera’ questo momento, passera’ come passa la pioggia, come il vento spazza le nuvole piu’ caparbie, dopo tanto nuvolo posso solo sperare in un cielo illuminato da un raggio di sole…in grado di farmi dimenticare le amarezze della vita…e di questi tempi non e’ poco..!



I commenti sono chiusi