Ognuno di noi vorrebbe sentire sulla propria pelle, la sensazione mozzafiato della liberta’, una sensazione per certi versi intensa, inebriante come poche, capace di farti esprimere liberamente il tuo pensiero, dandoti la possibilita’ di poter esternare al mondo intero tutto quello che avresti voluto dire da sempre, come dire oggi mi alzo, mi metto addosso la prima cosa che mi salta in mente e vado a fare solo quello che mi piace..ma sappiamo entrambi che poi la cruda realta’ e’ ben altra cosa. A giorni mi guardo intorno e vedo i nostri ragazzi, la flangia piu’ ribelle e disinibita del mondo…loro si che si sentono liberi,fuori dagli schemi..poi li osservi con attenzione, con uno sguardo attento e distaccato allo stesso tempo e capisci che, quello strano abbigliamento, in cui e’ tassativo mettere in mostra il marchio degli slip in pantaloni di almeno due taglie eccedenti, quel particolare taglio spaziale che accomuna molti di loro, al primo sguardo sembra una evidente rottura dagli schemi classici,ma non e’ altro che l’equivalente della nostra giacca e cravatta, essenzialmente perche’ identifica il loro modo di essere, un vincolo che non lascia spazio alla creativita’,ma e’ il prezzo da pagare, per sentirsi parte integrante del branco. Ma allora essere libero cosa vuol dire in realta’? Vorrei tanto non rispondere a questa domanda perche’ e’ tutto tranne che facile tentare di dare una qualche risposta a questo difficile quesito,semplicemente perche’ intrappolati come siamo in questi stretti moduli sociali di perbenismo culturale e’ davvero impresa ardua. Il buon Gaber qualche anno fa’ cantava “la liberta’ non e’ salire sopra un albero” ma a giorni se potesse servire a qualcosa vorrei salirci su quell’albero ed urlare a squarciagola il mio dissenso, urlare le mie paure per un futuro sempre piu’ incerto, gridare al mondo intero il peso gravoso delle mie aspettative mancate….! Non mi rimane che ridurre sensibilmente i confini delle piccole grandi cose che sanno ancora donarmi quella piacevole sensazione di serenita’, prendo fra le mani la mia sei corde e suono la melodia che in quel preciso istante sento piu’ vicina alla mia anima….anche questa e’ la mia piccola grande liberta’..il resto e’ vita…!

…buon ascolto…..deicato ai pochi uomini liberi che conosco…!



6 Commenti to “L…….COME LIBERTA’….!”

  1.   Grazia Says:

    Bravo

  2.   arnaldofingerstyle Says:

    grazie…..

  3.   antonella Says:

    Una parola grossa: Liberta’. Tutti noi desideriamo la libertà ma ne abbiamo una grande paura perchè ci obbliga a prendere delle decisioni che comportano dei rischi. La libertà per scelta ti rende responsabile delle azioni che compirai diversamente dalla liberà imposta che ti rende schiavo.

  4.   Alba rosa Says:

    Libertá è potersi permettere di esprimere i propri pensieri senza ferire la sensibilitá dell’interlocutore;
    Libertá è fare ció che si vuole senza limitare la libertá dell’altro;
    Libertá è vivere la propria vita senza condizionamenti ideologici, economici o psicologici;
    Libertá è combattere chi tenta di limitare la libertá dell’altro, attraverso condizionamenti ideologici, economici o psicologici.
    La più elevata forma di libertá è l’amore, non quello cieco e sordo….
    AlbaRosa

  5.   arnaldofingerstyle Says:

    sono in perfetta sintonia col tuo pensiero….

  6.   arnaldofingerstyle Says:

    se la scelta della liberta’ comporta decisioni che comportano un elevato rischio….vorrei tanto che la mia vita fosse spericolata il tanto giusto per sentirmi ancora vivo…perche’ ho deciso in cuor mio che voglio essere libero…per quanto possa materialmente possa essere difficile di questi tempo……!