A giorni fatico persino a dirlo,ma poi la rabbia prende il sopravvento e da’ vigore alla mia voce,tanta di quella forza da spingermi ad urlare a pieni polmoni,quasi a squarciagola….ora basta.. ma che sta capitando nel mondo del lavoro,in quest’Italia sempre piu’ in mano ad imprenditori senza scrupoli,capaci solo di valorizzare il proprio rendiconto sopra ogni altra cosa, a qualunque costo,senza alcuna remora morale?Che sia un momento difficile lo si sapeva gia’ da tempo..e’ dal 2010 che attendiamo questa rinascita economica,il fatidico anno della svolta era arrivato quasi in punta di piedi senza portare alcuna nuova opportunita’ nel contesto lavorativo dei tanti italiani che ancora oggi,seppur sempre piu’ a fatica,attendono con ansia una qualche variazione,un segnale di ripresa che sarebbe dovuto venire a chiare lettere da uno stato vigile e dall’economia di un paese sempre piu’ allo sbando.Ogni tanto si affaccia il politico di turno per renderci noti gli ultimi numeri positivi di una ricrescita economica che non va’ al di la dell’audio del nostro tv..e le persone son sempre piu’ stanche,demotivate,sempre piu’ provate dalle ristrettezze economiche che sembrano ormai condividere la pesante quotidianita’ di una vita arida,e’sempre meno facile sorridere all’essenza della vita quando non si e’ piu’ in grado di sostentare materialmente,in modo dignitoso, la propria famiglia.A questo punto non ti resta che immergerti a capofitto nei siti di offerte lavoro alla ricerca disperata di qualche opportunuta’…e solo allora dopo innumerevoli inutili tentativi capisci sulla tua pelle che ti trovi a dover interaggire con eleganti manager dalla pelliccia da lupo e dal folto pelo nello stomaco che ti impongono lavori in nero o nel migliore dei casi, in chiaro oscuro, offrendoti compensi minimali dettati dalla difficile situazione economica del paese.Inizio a capire che qualcuno su queste difficolta’sta edificando il suo business…d’altronde quando non si e’ piu’ tutelati dalla legge e non si hanno piu’ argomentazioni a tuo favore, si deve forzatamente scendere a compromessi.Terreno fertile la disperazione delle persone,un vantaggio assicurato verso chi per paura di perdere anche il poco che possiede, continua ad abbassare la testa rendendo fattibili i grandi progetti imprenditoriali di uomini che sanno trarre vantaggio dalle difficolta’ della povera gente…ci son giorni in cui mi vergogno di tutto questo….ed oggi e’ uno di questi.



One Response to “NON SPARATE SULLA CROCE ROSSA…..”

  1.   Alba Rosa Says:

    Che dire? Ci vorrebbe uno scossone, ci vorrebbe un miracolo per risollevare, dall’oggi al domani, una situazione che ha origini locali, nazionali e internazionali. Certo è che mentre in altri Paesi ai quali noi eravamo economicamente vicini si sono adottate misura che hanno permesso il superamento di una crisi assimilabile solo a quella che ha vissuto l’Italia della fine della guerra, da noi si è andati a rilento, come se le cose si sarebbero dovute aggiustare da sole, anzi, molti di quelli che hanno le redini dell’ecomia hanno approfittato per stringere in una morsa ricattatoria chi aveva necessità di affrontare la giornata, con una famiglia da campare.
    A questo aggiungiamo che la politica non è stata all’altezza di fronteggiare l’emergenza e in questo caos molti hanno approfittato per fare i loro sporchi interessi. Non sono estranei, tuttavia, a questa immoralità dilagante, molti lavoratori della PA, come ogni giorno vediamo (Sanremo ne è stato un esempio, ma sono sicura che il malcostume è comune a tutti i pubblici uffici.
    È necessaria, prima che una rivoluzione economica, una rivoluzione morale, culturale, che imponga a ciascuno di fare la propria parte in una società fatta di egoismi, invidia e magna magna.
    Su col morale, anche se è difficile, col passare del tempo, riacquistare fiducia.